Sono più che duplicati i nuovi codici con cui da aprile i datori dovranno rappresentare nel flusso uniemens i congedi parentali previsti dagli articoli 32-34 del testo unico della maternità, a seguito del restyling operato dal Dlgs 105/2022.

SCARICA IL PDF