Con la circolare n. 65 del 30.5.2022 l’Inps comunica i nuovi importi aggiornati degli assegni nucleo familiari (cd Anf) relativi all’annualità luglio 2022-giugno 2023.
Si tratta delle residuali casistiche in cui la prestazione degli Anf non è stata sostituita dal 1° marzo scorso dal nuovo assegno unico universale ex Dlgs n. 230/2021.

I beneficiari delle prestazioni rivalutate dell’1,9% sono infatti i nuclei senza figli composti da coniugi non legalmente separati e/o /o da fratelli, sorelle e nipoti di età inferiore a 18 anni o a prescindere dall’età in caso di soggetto inabile, orfani di entrambi i genitori e senza diritto di pensione ai superstiti.
L’Istituto, forse per non dover aggiornare tutte le procedure telematiche, ha optato per la conservazione dei vecchi numeri delle tabelle sopravvissute all’introduzione deli Anf, che vanno dalla n. 19 alla n. 21d.
Non sono mutate neppure le regole per richiedere la prestazione all’Inps, già richiamate nella circolare n. 34/2022, che nella maggior parte delle situazioni familiari ancora beneficiarie è subordinata all’autorizzazione da parte dell’Inps (es. nuclei in cui siano presenti fratelli, sorelle e nipoti con i requisiti di legge).