Il Ministero del Lavoro concede un mese in più presentare la comunicazione ordinaria di SW

Slitta al 1° dicembre 2022 il termine per inviare la comunicazione obbligatoria di Smart Working nella forma ordinaria prevista dall’articolo 23 della Legge 81/2017.
Lo ha reso noto il Ministero del Lavoro neo insediato con una comunicazione pubblicata sul proprio sito internet il 25 ottobre 2022, raccogliendo prontamente l’istanza proveniente da imprese e consulenti impegnati nell’adempimento.
Il differimento dal 1° novembre, termine fissato dalla comunicazione del Lavoro del 26.08.2022, al 1° dicembre prossimo, riguarda le comunicazioni di lavoro agile, che in presenza di accordo individuale, devono essere effettuate secondo le nuove modalità definite dal DM n. 149/2022.
La necessità dello slittamento discende dal fatto che non è ancora del tutto operativo il servizio Api REST, che consente l’invio con modalità massiva soprattutto per le aziende che trasmettano un elevato numero di comunicazioni.
Nessuna proroga invece per le comunicazioni di lavoro agile trasmesse entro il 31.12.2022 con la procedura semplificata ex art. 25 bis del DL n. 105/2022, utilizzabile in assenza di accordo individuale e per prestazioni rese entro la fine dell’anno.
Il Ministero ricorda altresì agli utenti che vogliono utilizzare il servizio massivo, che dovranno inviare la specifica richiesta di contatto, tramite il form disponibile sull’URP on line del Lavoro. A seguito di questa richiesta, i tecnici del Ministero ed i referenti informatici delle aziende interloquiranno per far dialogare i rispettivi sistemi informatici.
Un ringraziamento particolare al neo Ministro del Lavoro.