È variegata la platea dei destinatari dell’una tantum di 200 euro introdotta dal Dl aiuti (50/2022) che saranno indennizzati direttamente dall’Inps, per lo più a seguito di domanda e dopo l’acquisizione dei flussi uniemens di luglio prossimo. Regola comune per tutti è che l’indennità è corrisposta una sola volta per soggetto, anche laddove lo stesso ricada in più di una categoria di quelle previste dall’articolo 32 o sia un dipendente tutelato dall’articolo 31 del decreto.

SCARICA IL PDF