Nel conguaglio previdenziale del 2023 potrebbero confluire le mance detassate e decontribuite, i prestiti aziendali rideterminati secondo le nuove regole del Dl Anticipi, così come i benefit che rientrano nella soglia di esenzione maggiorata a 3.000 euro.

SCARICA IL PDF