Tra le numerose novità che hanno interessato il periodo d’imposta 2023, la gestione
delle differenziate soglie di esenzione dei benefit è una di quelle che ha
maggiormente impegnato i sostituti d’imposta, ora chiamati a rappresentarla
correttamente nella certificazione unica, secondo le istruzioni fornite dall’agenzia
delle Entrate che, con provvedimento del 15 gennaio, ha approvato il modello
definitivo di Cu 2024, reddito 2023.

SCARICA IL PDF